corso: TEATRO DEL Sè

Amplificare il proprio potenziale intuitivo-creativo attraverso il teatro

seconda lezione di prova gratuita  -anche per chi non ha partecipato alla prima)- lunedi 24 ottobre 2016 ore 20.30 presso Ass.ne Oltre Maya, via Cupetta 14 Senigallia.

 

Descrizione del corso

 

 

Il corso ha l'obiettivo di incoraggiare il talento e il potenziale intuitivo, immaginativo e creativo al fine di acquisire maggior fiducia, consapevolezza e libertà.

 

“Ogni singolo movimento del nostro corpo ha un forte potere espressivo che fa parte del nostro corredo genetico, ma usare il nostro “corpo in movimento” in modo consapevole richiede un processo di apprendimento che spesso nella vita non si ha occasione di fare: questo lascia in noi quell’inefficacia nel modo di comportarsi in pubblico che è responsabile di tante nostre insicurezze”

 

Il teatro con il suo processo creativo di conoscenza interiore, ci aiuta a scoprire noi stessi, a riconoscere le nostre resistenze e ad affrontarle, sviluppando l'ascolto dei nostri sensi e della nostra immaginazione, liberandoci dai freni delle convenzioni fino a scoprire un’energia sconosciuta ed extra-ordinaria.

 

FINALITA'

Riconoscere i propri mezzi creativi ed espressivi, acquistare quella sicurezza in sé stessi e quella scioltezza nel parlare e nell'agire necessarie nei rapporti con gli altri e nella vita professionale.

 

METODOLOGIA

- Ricerca interiore: training sensoriale guidato nello spazio libero, lavoro sull'ascolto e la percezione dello spazio, biomeccanica del silenzio, la respirazione.

-Relazioni a piccoli nuclei: giochi teatrali a due a tre e a quattro persone, relazione nel gruppo, il cerchio creativo (ouroburòs)

-Fase creativa interiore: memoria emotiva e suo sviluppo in memoria poetica

-Fase creativa amplificata: codificazione di nuovi gesti e parole, la poetica della composizione espressiva.

 

DURATA DEL CORSO

 

DA OTTOBRE A  GIUGNO

1 lezione settimanale serale da 2 ore o 3 ore a seconda delle disponibilità del gruppo.

L'orario di inizio lezioni verrà fissato in base al tipo di orario deciso.

E' consigliato un abbigliamento comodo

 

COSTO DEL CORSO

 

50 euro mensili (per un totale di 400 € comprensivo di tessera associativa)

2 lezioni di prova gratuite

Per chi è intenzionato a pagare il corso in una sola rata verrà effettuata una riduzione del 20% sul costo totale (320,00 €)

SEDE DEL CORSO

Associazione Oltre Maya

via cupetta 14 Senigallia (An) 

info ed iscrizioni: equilibri,oltremaya

 

 

 

Elementi di studio toccati :

 

- il mistero della voce: urlo primario e risuonatori corporei
-Elementi di Biomeccanica della respirazione diaframmatica.

-Elementi di anatomia degli apparati fonetico e respiratorio

-Elementi di Aiki-Taiso

-Allenamento dei muscoli corporei inerenti all’uso della voce.
-Scoperta e utilizzo dei risuonatori corporei
-Il Corpo del suono ed il suono del corpo
-Ritmicità della voce fisica: Il Gu-Ma-Le-Ti
-La voce codificata e la voce improvvisata.

-Il mistero del corpo cosciente

-Training sensoriale: ritmo guidato, centri di energia, l’ascolto musicale come esperienza soggettiva

-Interazione psico-fisica

-contatto fisico e contatto globale

Il soggetto creativo:

-La memoria emotiva: archivio dinamico dei sentimenti e dei ricordi
-La memoria creativa: Governare il processo di sviluppo dei ricordi da memoria emotiva a -metafora poetica.
-Scrittura dei ricordi e composizione drammaturgica

-Il soggetto dinamico e la poetica dei movimenti

-L’espressione personale “da dentro a fuori” e  “da fuori a dentro”
-Composizione coreografica: il movimento e l’emotività, movimenti a colloquio
-La poetica della composizione

 

 

 Il metodo didattico, attraverso il training e il lavoro scenico e di creazione del personaggio, ha l'obiettivo di incoraggiare il talento e il potenziale individuale intuitivo, immaginativo e creativo di ogni allievo, che potrà acquisire maggior fiducia, consapevolezza e libertà.

 

L’allievo può scoprire come riconoscere e indirizzare impulsi e intuito per sviluppare la propria capacità di vedere, percepire e credere: può imparare ad affrontare le proprie resistenze, dando ascolto ai propri sensi e alla propria immaginazione, liberandosi dai freni delle convenzioni e scoprendo un’energia stra-ordinaria. 

 

Sviluppare la propria capacità di credere e di vivere il “qui e ora”, insieme all’analisi organica del testo, consente di trovarsi davvero nelle circostanze dei personaggi, per scoprirne la viva realtà.

 

Il nostro obiettivo è “smettere di recitare”, mettere sé stessi e la propria esperienza, il proprio mondo interiore, unico e particolare, al servizio della creazione.

 

Le lezioni si suddividono in due grandi materie:

-training fisico (corpo e voce: ritmica, teatrodanza, lavoro con l’oggetto, studi su iconografie e allenamento su testi poetici, canto corale, composizione di “partiture” o sequenze fisiche) 

-training sensoriale (memoria sensoriale ed emotiva), esercitazioni individuali e a coppie, improvvisazione su circostanze date e lavoro scenico su testi tratti da sceneggiature e drammaturgie. 

Insegnante:
Luca Malinverni

Diplomato in dizione e recitazione presso la civica scuola di teatro Paolo Grassi dove studia arte drammatica; corso triennale presso Quelli di Grock, dove studia recitazione ,voce e canto, dizione, teatrodanza.

Studia solfeggio musicale e basso elettrico presso scuola CPM Milano.

Frequenta seminari intensivi con : Emma Dante , Danio Manfredini, Maria Consagra ,Cesar Brie ,Corrado Accordino, Mirko Artuso , Gaetano Sansone, Davide Enìa, Mariano Furlani, Eugenio Allegri ,Carlo Boso , Rimas Tuminas, Andres Morte, Angelin Antunes, Maria Horne,Tim Robbins.

Masterclass di voce teatrale presso Metodika Venezia con Rimas Tuminas.

Masterclass su Odissea presso Metodika Venezia con Cesar Brie

Masterclass commedia dell’arte con Giovanni Balzaretti e costruzione maschere in cuoio da commedia con  Andrea Cavarra.

Specializzazione con Carlo Boso.

Va in scena con Corrado Accordino, Monica Bonomi, Giovanni Balzaretti,Stefania Colombo, Mariano Furlani, Mirko Artuso, Carlo Boso, Claudio Autelli.

Lavora in spettacoli di Commedia dell’arte perfezionando la maschera del Capitano con il teatro agricolo di Livorno.

Successivamente perfezione la figura dello Zanni con il maestro Carlo Boso.

Figura che che porterà nei festival di Avignone e Montpellier.

 

 

 

 

 

 

Da sempre intreccia l’attività di attore a quella di regista, insegnante e autore.

Scrive e mette in scena gli spettacoli : “Costetti a Raccontare” presentato al forum antimafia di Cinisi (Palermo) dove è coautore e attore ; fonda la compagnia Artimbau Produzioni con cui scrive e produce gli spettacoli “Cronache dal fallimento” ispirato ai racconti di Charles Bukowski ,  “Il lungo volo di Beamon” per la rassegna teatri dello sport dove è autore e attore, gli spettacoli di teatro musicale “Racconti all'anice , storie di jazz e vecchie balere”  “Buckley l'ultima elegìa “che ha girato i teatri indipendenti taliani per 3 anni , “This is not a love song , racconti della Milano anni 80” e sta lavorando al nuovo spettacolo “Iene” tratto dal testo di Frederich Durrenmatt “La visita della vecchia signora” .

Ha interpretato ruoli importanti come Iago nell' Otello di Claudio Autelli e Don Perlimplin in “La storia d'amore tra Don Perlimplin e Belisa nel suo giardin” di Federico Garcia Lorca prodotto dal teatro dei due mondi.

E' impegnato con ITFestival sin dalla nascita del festival.

Ha seguito un percorso didattico approfondito sullo studio della voce teatrale con l'insegnante lituano Rimas Tuminas e ora tiene seminari di voce presso varie scuole di teatro.

Presso la scuola teatrale Il volo tiene laboratori di teatro narrazione e di commedia dell'arte.

Da cinque anni tiene LABORATORI TEATRALI Brevi ed Annuali presso Scuole Medie e Superiori di Milano e Provincia sia curricolari che formativi, lavorando soprattutto sull'alfabeto teatrale e sulla realizzazione della sua “messa in scena” tramite saggi spettacolo.

 

Negli ultimi anni sviluppa un lavoro di formazione continua basata sul teatro e la conoscenza di sé, in cui utilizza la sua esperienza personale di "ex ragazzo timido" intrecciata alle esperienze didattiche e performative apprese nei seminari e sui palchi con la musica ed il teatro unite alle esperienze come formatore con ragazzi ed adulti (Teatro del sè).